Andiamo oltre la rassegnazione: Simona Vlaic (Circoscrizione 4)

Bio

Ho 38 anni, sono architetto libero professionista, sposata e madre di un bimbo congolese di 7 anni.

Da alcuni anni sono impegnata nell’associazionismo di promozione sociale: insieme ad altri cittadini attivi ho dato vita all’Associazione TeSSo, che lavora per la riqualificazione del territorio della borgata omonima, piccola porzione del quartiere Borgo Vittoria in cui ho il mio studio.

Quando ti sei avvicinato alla politica ?

L’ho fatto in occasione della fondazione del Partito Democratico, e in questi anni ho partecipato attivamente alla vita del Circolo territoriale della Circoscrizione 4, nella quale vivo con la mia famiglia.

Per quale motivo hai scelto di candidarti ?

Perché in questi 10 anni di amministrazione di centrosinistra la nostra Circoscrizione è molto cambiata. Lo spirito della mia candidatura è quello di valorizzare i risultati conseguiti e di procedere sul percorso già tracciato per continuare a cambiare.

Racconta quale zona del tuo quartiere ti è particolarmente cara ?

La Spina 3, che è il luogo dove vivo ora e dove ho vissuto i primi anni della mia infanzia, quando ancora si sentiva l’odore della mescola della gomme aprendo le finestre la mattina. E’ una zona radicalmente mutata in questi ultimi anni, e non senza criticità. Bisogna lavorare ancora per migliorare l’efficienza dei servizi offerti, aumentandone la diffusione e rendendoli adeguati alle esigenze delle famiglie residenti, con particolare attenzione alle fasce deboli della popolazione.

Quale è la prima cosa che farai se sarai eletto ?

Incontrare tutti i consiglieri, anche quelli delle altre forze politiche, per iniziare una collaborazione fattiva e concreta, poiché il Consiglio di Circoscrizione deve lavorare unito, con il fondamentale obiettivo di rispondere nella maniera migliore possibile alle esigenze dei cittadini, per migliorare le prospettive della società, del lavoro, dell’ambiente e, soprattutto, dei diritti.

Perché proprio questi ultimi sono per me un punto irrinunciabile: il diritto che ha ognuno di noi di avere le medesime opportunità, al lavoro come a scuola, all’ospedale come di fronte alla legge, indipendentemente dal proprio credo, dal ceto sociale cui appartiene, dal genere o dall’orientamento sessuale o, ancor peggio, dal colore della pelle.

Dove ti possono contattare i tuoi elettori ?

Per dubbi, informazioni, domande possono scrivermi alla casella di posta simona.vlaic@gmail.com.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...