Come se non bastasse ad alimentare il degrado in cui la cultura e la scuola versano nel nostro disgraziato Paese, ci mancava anche l’attacco (sempre di Gianluca Vignale) al Preside del Liceo Massimo D’Azeglio, reo di aver letto pubblicamente (durante la manifestazione dello scorso 13 marzo in difesa della Costituzione) un noto passo di Piero Calamandrei sull’importanza della scuola statale per la cittadinanza democratica. Non si trattato di niente di eversivo, solo un testo di un padre costituente che i docenti del D’Azeglio hanno (lodevolmente) fatto proprio, e votato come “documento del Collegio”, pubblicandolo sul sito del liceo. A fronte di tale encomiabile gesto, Lega e Pdl, “similia similibus curentur”, hanno contestato sostenendo che il preside è reo di campagna anti-Gelmini, dicendo di voler presentare un’interrogazione al Consiglio Regionale e promuovere un’interrogazione parlamentare per chiedere provvedimenti disciplinari nei confronti di preside e insegnanti.

Giù le mani dalla scuola pubblica | Libertà e Giustizia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...